Deagh VS Eàrr

Lo scontro nel distretto degli Schiavi e gli incontri del Pontefice

A casa di Hizzdarr le cose si complicano mentre il Pontefice parla

Damian, come un uragano, entra in casa di Hizzdarr, al suo seguito ci sono Bane e Arguen. Damian sta guidando questa brigata di avventurieri, improvvisata e molto istintuale, perché ha sentito proferire le letali parole: Fagiana!. Corrono come il vento, un fugace scambio di sguardi con Dogma ed Einon e i due fanno capire che bisogna andare avanti, andare a casa di Hizzdarr. Corrono ancora. La porta di casa di Hizzdarr è grande, alta, possente. Nulla riesce a placare le testate di Damian che dopo un paio di colpi riesce a sfondarla. Giusto in tempo per veder scendere dalle scale, parandosi dinanzi ai nostri 3 prodi e malandati eroi, Bob, la guardia del corpo di Hizzdarr. All' esperto e capace maestro di spada bastano pochi sguardi ai dintorni per capire cosa sta accadendo, impugnare l'arma e riuscire a bloccare i primi attacchi che gli vengono inferti, da Arguen e Damian che si scagliano su di lui con ferocia combattiva. Bane, nel frattempo, inizia a fare le sue magie. Bob, però, è un guerriero esperto, un guerriero capace di usare anche la sua buona dose di potere magico pur di difendersi e con stupore riesce a liberarsi dalle magie fattegli da Bane, rivelandosi contemporaneamente un valido avversario per la barbare e il guerriero nanico che gli si parano di fianco. La sua abilità combattiva, pero', inizia ben presto a decadere di fronte all'ingegno di Bane che, diventando invisibile, sfrutta i vantaggi offertigli dall'ambiente e attacca, non visto, il guerriero alle spalle infliggendogli profonde ferite per poi fuggire da degno opportunista. Dopo un attacco così portato dal loro compagno il resto spetta a Damian e Arguen che colpo dopo colpo riescono a far cadere ai loro piedi il veterano di guerra. Proprio mentre il corpo di Bob cade freddo a terra entrano in casa Damian ed Einon. In tutto questo tempo il ladro e il druido hanno confabulato e, attraverso la rete di passaggi segreti presente nelle fogne di Fallen Legna sono riusciti ad arrivare in casa di Hizzdarr senza essere colti dalle guardie in loro ricerca per tutto il distretto degli schiavi. In concomitanza con il loro arrivo, pero', c'è anche quello di Hizzdarr che, avendo sentito i rumori della battaglia al piano inferiore, scende cercando la sua guardia del corpo. Una questione di attimi. Gli occhi del giovane schiavista che vedono a terra il corpo esanime della sua guardia del corpo, Bane che lo attacca, di nuovo, sfruttando la sorpresa, Damian e Arguen che si scagliano su di lui, Dogma che sfrutta i suoi attacchi furtivi e Einon che si prepara ad evocare il suo potere naturale. Questione di attimi e il giovane schiavista cade a terra, esanime anche lui, non senza aver ferito in qualche modo i suoi attaccanti. Dopo un breve e segreto concilio sul da farsi i nostri eroi decidono di avventurarsi al piano superiore per vedere quali le proprietà dello schiavista. Nulla di notevole se non uno scrigno. Uno scrigno con 400 M.O, 1 arco lungo composito perfetto, 1 statuetta in avorio del padre di Hizzdarr, una piccola ampolla e, per la delizia di Dogma, una chiave per il quartiere centrale, quella di Zhonyas. I nostri eroi poi si separano seguendo varie direzioni. Dogma corre da Zhonyas per consegnargli la chiave, per risolvere la missione che il capo schiavisti gli aveva assegnato, così da ricevere poi una nuova missione: uccidere il Pigro Bibliotecario nel quartiere basso per dimostrare la sua fedeltà a Zhonyas ed inizare a essere il suo braccio destro. Bane, Damian, Einon e Arguen tornano nei cunicoli, tornano da Crax che li ha aspettati per tutta la durata dello scontro lì sotto proteggendo la piccola Alice. Quando lo trovano ,pero', il tuttofare è a terra, ha chiaramente ricevuto una botta in testa, un colpo di sorpresa e la piccola Alice non è più lì. Qualcuno ha colpito in testa Crax e ha rapito la piccola Alice per andare chissà dove, forse ci sono delle tracce che indicano la direzione da seguire…a chiunque voglia seguirla. Proprio mentre questi combattimenti avvengono il Pontefice, ai tempi Burlystan Selmy, entra nel distretto degli schiavisti, fregandosene del baccano, del caos e delle resistenze fatte da determinate guardie, che nulla possono contro la fame del Pontefice, arriva a casa di Zhonyas. I due devono parlare. Il nuovo Pontefice deve mettersi in pari con la situazione cittadina e capire quali sono le alleanze in gioco, capire chi comanda chi, chi odia chi, capire da che parte stare. Zhonyas è uno schiavista pacifico, tratta bene i suoi schiavi, i suoi schiavi lo proteggono e accolgono il Pontefice rispettosi e ben disposti. I due parlano: Zhonyas è un amico di vecchia data di Eàrr quindi, lui più del Ponteficato stesso, vuole avere chiare prove tangibili della fedeltà del Pontefice al Re Fuggitivo così da poterlo aiutare nella ricerca di quest ultimo e di aiutarlo nella gestione del Ponteficato stesso, chi non vorrebbe avere Zhonyas al proprio fianco ? Nessuno, questa è la risposta, quindi il Pontefice si ritrova a dover accettare di uccidere il Pigro Bibliotecario nei quartieri bassi e di portare la sua testa a Zhonyas, solo così potrà dimostrare le sue intenzioni e di essere un alleato di Eàrr. Un'altra risposta ci sarebbe forse. Chi non vorrebbe avere Zhonyas al proprio fianco? Forse qualcuno che ha già Eleinadd al suo fianco ed è proprio dall' enigmatico pappone che il Pontefice si reca subito dopo aver parlato con Zhonyas. I due parlano: perché c'è questo astio tra Eleinadd e Zhonyas, cosa è successo nella vecchia casa stregata, cosa sta succedendo con i pirati e come puo', il Pontefice accattivarsi i vantaggi garantiti da un'alleanza con Eleinad: fare il doppio gioco per conto del pappone, far finta di lavorare per Zhonyas e poi portare tutte le info necessarie ad Eleinad. Il tempo passa, il giuramento sta per arrivare.

Comments

dandele93 dandele93

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.